Abbastanza

- Dammi una sigaretta.
- Non puoi fumare.
- Dammi una sigaretta per favore.
- No!
- Ho detto dammi una cazzo di sigaretta!
Pensa che gli piace persino il sapore del filtro in bocca mentre è ancora spenta.
- L’accendino. Ci stanno seguendo. Ci hanno trovati. Accendi cazzo.
Pensa che la benzina non è molta ma è abbastanza per scappare. Pensa che il fumo che entra nella bocca e scende nella gola vale la pena. Pensa alla prossima boccata che continuerà a fare tenendo le mani strette sul volante e il piede sull’acceleratore.
- Dove hai messo i soldi?
- Qui.
- Tirali fuori tutti e mettiteli addosso!
- Come? Dove?
- Muoviti, mettiteli dove cazzo ti pare ma nascondili addosso.
- Ti prego, sono vicini.
Pensa che non riesce più a trattenere la tosse, che deve togliere la sigaretta dalle labbra e stringerla tra le dita. Pensa che insieme all’aria gli stiano uscendo anche i polmoni.
- Cazzo.
- Stai sputando sangue! Ho paura.
- Tieniti, proviamo a passare di lì.
Pensa che probabilmente le persone che ha investito per tagliare la curva sono già morte oppure come lui stanno sentendo il sapore del sangue in bocca.
- Non li vedo. Tu li vedi?
- Non li vedo. Dove andiamo? Sei pieno di sangue, ti prego fermati!
Pensa che i puntini neri che inizia a vedere lo porteranno presto allo svenimento. Pensa che gli piacerebbe vivere almeno per consumare la benzina nella macchina che poco prima gli sembrava “abbastanza”.
- Adesso mi fermo e scendi!
- No! Non ci penso nemmeno.
- Ho detto che scendi!
- Ti prego, sei pieno di sangue fermati.
- Vai, scappa! Sai dove devi andare, hai soldi abbastanza per tutto quello che ti serve!
- No, ti prego. Ti amo.
Pensa che mentre la spinge fuori dalla macchina è l’ultima volta che sentirà il contatto con la sua pelle. Pensa che sono gli ultimi battiti del cuore che lo tengono in vita e vorrebbe contarli. Pensa che è meglio così piuttosto che in un letto. Pensa che potrebbe dirle ti amo. Pensa che le parole che dirà saranno le ultime, perché la vita gli è già scivolata via con il sangue che ormai, dalla bocca, si è riversato su tutto. Pensa che sono le ultime parole e vuole giocarsele bene.
- Lasciami le sigarette.
Share this article :
 

+ commenti + 3 commenti

13 marzo 2009 18:33

splaaaaaaaaaaaaatter!

14 marzo 2009 16:39

Affascinante. E sarebbe superlativo con un prima e un dopo.

Magnifico.
Le ultime parole sono toccanti!

Posta un commento
 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. hofattotardi - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Published by Mas Template
Proudly powered by Blogger